Il Polline dei Fiori - Apicoltura Ligabue

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il Polline dei Fiori

Il Miele


È l'elemento maschile che feconda il fiore ed è appunto
sui fiori che viene raccolto dalle api, nei quali si trova
sotto forma di una polvere fine e di vario colore; come
alimento biologico e completo si può utilizzare nei modi
più svariati per ottenere molteplici benefici sulle varie
funzione dell’organismo umano e non ha alcuna
controindicazione.
PERMETTE alle persone anziane, deperite e convalescenti
in genere, un rapido recupero delle forze; aumenta il
dinamismo e la resistenza alla fatica; INFONDE
intraprendenza, ottimismo e serenità, capacità tanto utile
nella vita: nei lavori intellettuali l'azione del polline si
manifesta con maggiore chiarezza di idee e resistenza
allo sforzo psichico; COMBATTE le ansie; aumenta i globuli
rossi nel sangue e il tasso di emoglobina con conseguente
scomparsa di stanchezza e pallore; fa recuperare le forze
e l'appetito: nei bambini l'azione è risultata particolarmente
evidente nel giro di poche settimane. I granelli di polline
possono essere utilizzati "sgranocchiandoli" allo stato
naturale o amalgamati a sostanze adatte come burro,
marmellata, miele, ecc.
SI CONSIGLIA PERCIÒ di prendere il polline al mattino a
digiuno tenendo presente le seguenti dosi:
I) Ragione di sostentamento, 1O g circa al dì
2) Ragione d'urto, 30 g  circa al dì
3) Per i bambini da 3 a 12 anni le dosi vengono dimezzate.
Si ricorda che a un cucchiaio da caffè colmo di polline
corrispondono circa 8gr. e ad uno da minestra circa
25 g  Si raccomanda di conservare il flacone del polline
scrupolosamente chiuso e in un luogo fresco.


Formati disponibili:
130 e 250 g



 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu